Parrocchia Ss. Gervasio e Protasio - Gruppo Missioni Terzo Mondo

Notiziario del Gruppo Missioni

Notiziario nº 05/2020 (Covid 19: la situazione nei paesi in cui operiamo)

Carpenedo 21 marzo 2020

Mentre stiamo vivendo giorni drammatici a causa della diffusione del Covid 19 nel nostro paese come nel resto del mondo, molti dei nostri sponsor hanno sentito la necessità di conoscere la realtà di quei luoghi che sono legati a noi da vincoli di affetto e solidarietà, e mi riferisco ai paesi che ospitano le strutture dove accogliamo tanti bambini poveri.

La crisi del coronavirus sta diventando una prova molto dura per tutti, ma in particolare per le persone indigenti che sono le più esposte e vulnerabili perché non preparate all’adozione di contromisure o perché prive di ammortizzatori sociali ed economici.

Negli ultimi giorni abbiamo avuto frequenti contatti con i nostri referenti dei collegi e degli orfanotrofi per scambiarci informazioni e rassicurazioni sull’evoluzione dell’epidemia nei rispettivi paesi; una volta tanto erano loro ad essere in apprensione per la nostra salute e per quella dei nostri concittadini, ci sono stati vicini con affetto, dedicandoci pensieri e preghiere.

Vi lasciamo, quindi, una breve relazione della situazione dei vari paesi in cui operiamo.

KENYA

Anche in Africa, dove ci sono sistemi sanitari deboli, cresce la preoccupazione per il diffondersi del coronavirus. Paesi come Sudafrica, Senegal, Ghana, Etiopia, Kenya stanno già provvedendo a contrastare la malattia che, negli ultimi giorni, si è diffusa in modo esponenziale.

In Kenya il presidente Uhuru Kenyatta, dopo che il 15 marzo sono stati confermati altri nuovi casi, abbastanza limitati per ora, ha dichiarato “la sospensione dell'apprendimento in tutte le nostre istituzioni educative con effetto immediato". Daniele, il nostro referente, ci ha comunicato che qualche caso sospetto di contagio si è verificato anche nel distretto di Meru dove sorge l’orfanotrofio di Saint Patrick. All’interno della struttura, che ospita una settantina di bambini, si stanno attrezzando, con i mezzi a loro disposizione, per predisporre la disinfezione di luoghi e arredi. Hanno anche provveduto a riparare l’impianto idraulico per agevolare l’accesso all’acqua pulita per il lavaggio frequente delle mani. Infine, per non far perdere il ritmo scolastico ai ragazzi, stanno allestendo una stanza dove farli studiare a gruppi alternati per evitare il sovraffollamento.

INDIA

Al momento i contagi accertati in India non sono molti: il 17 marzo se ne contavano poco più di un centinaio, solo uno in Andhra Pradesh dove si trovano i nostri collegi. Ciò che più preoccupa è la rapida diffusione del virus tenendo conto che l'India, dopo la Cina, è il secondo Paese al mondo per numero di abitanti, 1,3 miliardi, e che le condizioni socio-economiche del paese sono piuttosto critiche.

Da qualche giorno anche questo paese ha cominciato a mobilitarsi contro la pandemia prendendo misure più incisive e vincolanti come la chiusura anticipata delle scuole (l’anno scolastico termina a metà aprile). I nostri boarding-home ora stanno mandando a casa quei ragazzi che possono contare su una famiglia e continuano ad ospitare quelli che non hanno un nucleo familiare pronto ad accoglierli.

FILIPPINE

I casi accertati fino al 18 marzo sono poco più di un centinaio, cifre ancora lontane dal creare un tragico allarme, ma in rapida crescita. Il 16 marzo il presidente filippino Rodrigo Duterte, perciò, ha decretato la "quarantena comunitaria" fino al 15 aprile sull'isola di Luzon dove si trova la capitale Manila, con i suoi 12 milioni di abitanti, e più a Sud Calamba Laguna, la città che ospita la comunità delle nostre Suore Canossiane. A fare le spese di questa situazione saranno soprattutto i poveri delle numerose favelas che ogni giorno affrontano un lungo viaggio nella città per sbarcare il lunario e permettere almeno un pasto alla famiglia. L’imposto isolamento li vedrà inoltre costretti a convivere in nuclei numerosi dentro case piccole e igienicamente spesso malsane. Tra le rigide misure adottate dal governo c’è anche la chiusura anticipata delle scuole (l’anno scolastico termina nei primi giorni di aprile).

Ci impegniamo a tenervi informati sull’evoluzione delle situazioni nei diversi paesi.

Vi salutiamo invitandovi ad avere grande attenzione per la vostra salute e per quella dei vostri cari.

Un abbraccio virtuale a tutti per accorciare le distanze.

per il G.M.T.M.

Mara C.

Se vuoi aiutarci subito clicca qui!

Se trovi interessante questa pagina, falla conoscere:

Segnala 'Notiziario 05/2020 del Gruppo Missioni' su FaceBook Segnala 'Notiziario 05/2020 del Gruppo Missioni' su Twitter

© Gruppo Missioni - Parrocchia di Carpenedo - Info