Parrocchia Ss. Gervasio e Protasio - Gruppo Missioni Terzo Mondo

Notiziario del Gruppo Missioni
2/2008

Carpenedo, 15 febbraio 2008

Carissimi
Sono molte le e-mail che arrivano dai nostri sostenitori chiedendoci notizie riguardanti la situazione in Kenya e in particolare riguardo la zona in cui operiamo. Ora siamo in grado di fornirvi alcune informazioni perché in questi giorni è ritornato dalla Missione della Consolata il nostro amico Stefano B. un audioprotesista di Mestre che con una certa frequenza si reca sul posto per aiutare la popolazione di Mujwa con problemi di udito.

Stefano, nel periodo in cui è stato in Kenya, non ha avuto problemi perché in quella zona era tutto tranquillo: mi ha quindi riferito quello che ha saputo da Daniele Schiavinato, il nostro referente.

Le contestazioni seguite ai risultati elettorali che hanno gettato il paese in una spirale di violenza hanno il loro epicentro nelle tre province principali: Rift Valley, Mombasa e Nairobi, che sono molto distanti dai nostri bambini della zona di Meru.

Dal punto di vista sociale, i disordini riguardano i difficili rapporti tra le principali tribù del paese. Kibaki, il vincitore delle elezioni, appartiene ai Kikuyu, la tribù più numerosa del Kenya, mentre il leader del partito di opposizione Odinga proviene dalla tribù dei Luo. La tribù dei Meru, della quale fanno parte i nostri ragazzi, convive pacificamente con i Kikuyu ed alle elezioni ha appoggiato Kibaki: nessun disordine si è verificato quindi nella nostra zona non essendoci Luo.

Ora si spera che tramite la Comunità Internazionale, le due fazioni raggiungano un compromesso, ponendo fine ai disordini.

Numeri del Kenya:

RELIGIONI

POPOLI

Per il Gruppo Missioni Terzo Mondo,
Gianni Scarpa

Ultim'ora

Qualche ora fa RAINEWS24 on line ha dato la seguente notizia che riporto fedelmente.

Kenya, raggiunto un accordo tra il presidente Kibaki e il rivale Odinga

Il presidente Mwai Kibaki e il leader dell'opposizione Raila Odinga, rivali nella crisi che ha sconvolto il Kenya, hanno raggiunto un accordo. Lo ha annunciato un portavoce del mediatore dell'Unione africana ed ex segretario generale dell'Onu, Kofi Annan, giunto a Nairobi per promuovere il dialogo tra le due fazioni in lotta. I dettagli dell'accordo saranno resi noti domani dallo stesso Annan.

L'accordo - ha spiegato il portavoce di Annan - stato raggiunto dopo 48 ore di negoziati tenuti "fuori dalla capitale Nairobi". Dall'elezione di Kibaki, avvenuta il 27 dicembre scorso, sono state uccise circa mille persone e altre 600mila sono sfollati. Gli scontri sono seguiti alle contestazioni dell'opposizione che ha parlato di brogli elettorali, accuse sempre respinte dal presidente in carica.

Se vuoi aiutarci subito clicca qui!

Se trovi interessante questa pagina, falla conoscere:

Segnala 'Notiziario 2/2008 del Gruppo Missioni' su FaceBook Segnala 'Notiziario 2/2008 del Gruppo Missioni' su Twitter Segnala 'Notiziario 2/2008 del Gruppo Missioni' su MySpace Segnala 'Notiziario 2/2008 del Gruppo Missioni' su OKnotizie Segnala 'Notiziario 2/2008 del Gruppo Missioni' su Diggita Segnala 'Notiziario 2/2008 del Gruppo Missioni' su NotizieFlash Segnala 'Notiziario 2/2008 del Gruppo Missioni' su Fai informazione Segnala 'Notiziario 2/2008 del Gruppo Missioni' su Segnalo Segnala 'Notiziario 2/2008 del Gruppo Missioni' su Live-MSN Segnala 'Notiziario 2/2008 del Gruppo Missioni' su Technorati Segnala 'Notiziario 2/2008 del Gruppo Missioni' su Stumble Upon

© Gruppo Missioni - Parrocchia di Carpenedo - Info